CASLANO – Scadenza il 21 gennaio per le start-up che vogliono candidarsi alla “call” di Bally. Ma devono proporre qualcosa di concreto per la sostenibilità della filiera della moda.

Il bando, destinato a innovazioni che possano aiutare i grandi marchi del settore ad affrontare la sfida del secolo, rientra nel contesto del Fashion Innovation Award, l’annuale appuntamento promosso da Loomish a Lugano.

Tre le categorie: sostenibilità nella produzione (materiali, design, processo produttivo), sostenibilità del consumo (economia circolare), sostenibilità nel retail e nella logistica.

Premiazione a marzo nel corso della Fashion Innovation Week 2020. Per maggiori informazioni e per candidarsi al premio, si rimanda al sito web di Loomish.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.